COPERTINA
Stati generali della montagna: secondo appuntamento su economia, impresa, politica.

12 Giu 2017

Con l'appuntamento di sabato 10 giugno a Zogno gli Stati generali della montagna sono entrati nel vivo.Gli Stati generali, organizzati dalla Provincia di Bergamo in collaborazione con le 5 Comunità montane e il CAI, sono articolati in una serie di convegni e workshop di approfondimento per una riflessione ad ampio spettro sulla montagna.

Il programma culminerà con l'iniziativa della Cordata della Presolana il prossimo 9 luglio. 

La giornata si è sviluppata su tre linee di approfondimento che sono state sviscerate in altrettanti laboratori tematici, con la partecipazione di oltre 50 rappresentanti di enti locali, istituzioni, parti sociali, associazioni, aziende e altre realtà significative del territorio:

•il primo ha riguardato l'economia circolare come opportunità di sviluppo e allo stesso tempo di tutela delle risorse naturali montane, attraverso ipotesi attualmente in discussione in Parlamento come la remunerazione dei servizi eco sistemici; 

•il secondo era incentrato sul fare impresa in montagna: un compito delicato che richiede il saper coniugare tradizione e innovazione, rispetto del territorio e della sua identità e sguardo verso una dimensione più ampia, come è l'esperienza della macroregione Alpina; 

•infine il terzo laboratorio ha affrontato il tema di politiche specifiche per la montagna, che prevedano il coinvolgimento attivo delle comunità locali in stretto coordinamento con le istituzioni regionali, nazionali ed europee, oltre che in sinergia con soggetti che possono apportare competenza e progettualità. L'obiettivo è quello di garantire pari opportunità di accesso ai servizi e condizioni economiche tra gli abitanti della montagna e quelli di altri territori. 

Le tre tematiche sono state guidate da altrettanti ospiti, che al termine dei laboratori sono stati chiamati a raccogliere le fila degli spunti emersi: rispettivamente Enrico Borghi, coordinatore della Strategia nazionale aree interne per la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Anna Giorgi, docente dell'Università della Montagna, sede decentrata a Edolo dell'Università degli Studi di Milano, e Ugo Parolo, sottosegretario alla presidenza della Regione Lombardia con delega alle Politiche per la montagna. Il dibattito ha avuto come moderatrice Marcella Morandini, direttrice della Fondazione Dolomiti Unesco.

Ascolta la clip di Enrico Borghi all'indirizzo https://youtu.be/dh5LLTwb6zg