Terremoto: Colfiorito 20 anni dopo, da sisma si rinasce

12 Apr 2017

Colfiorito, 20 anni dopo il sisma, e' la dimostrazione che dal terremoto si puo' rinascere. A dirlo, all'ANSA, e' la gente che vi abita, giovani e anziani. E a chi si trova ora a vivere la stessa disperazione di aver perso tutto per colpa delle scosse il messaggio e' "di non arrendersi". "E' stato tutto ricostruito, c'e' solo qualche vecchio rudere non recuperato, unica pecca della ricostruzione post sisma sono le pavimentazioni del borgo che sono tutte saltate, le pietre usate non erano idonee per questo territorio", racconta Andrea Ricci, 46 anni, nato e cresciuto in questo centro della montagna di Foligno a confine con le Marche, distrutto da due violente scosse di terremoto del 26 settembre 1997. In 20 anni sono cambiate molte cose, a cominciare dalla strada, con la nuova Val di Chienti che ha annullato le distanze. Hotel e ristoranti sono tornati a lavorare. "Da un container, il mio albergo fu raso al suolo - racconta Dante Santoni -, sono stati anni difficili, ma ce l'abbiamo fatta". Un consiglio rivolto agli amministratori che gestiscono gli attuali momenti di emergenza e ricostruzione dopo gli eventi che si sono susseguiti dal 24 agosto scorso, arriva da Maurizio Salari, il sindaco di Foligno di 20 anni fa. 

 

COPERTINE